loghi
Menu

Luca Guida

Solo l'Arte è utile. Fedi, eserciti, imperi, atteggiamenti: tutto passa. Solo l' Arte resta, per questo l'Arte si vede: perché dura.
Fernando Pessoa

Buongiorno,

Mi chiamo Luca Guida, laureato in Architettura presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria,con tesi dal titolo “Il Viaggio Patafisico di Corto Maltese alla ricerca dell’Immaginario Mediterraneo”.
Tesi basata sul tentativo di spostamento dell’ambito della progettazione dalla materia propria dell’architettura alla sensibilità individuale e collettiva: una riflessione sulla potenza dell’immagine nel mondo contemporaneo, su elementi quali percezione simbolo e immaginario oggi, nella cultura iperreale dell’immagine e dei media.

Alla luce della formula di Mc Luhan “Medium is Message” ecco dunque la restituzione di un doppio viaggio alla scoperta della Sicilia e dei suoi angoli remoti attraverso un collage grafico che ha come protagonista Corto Maltese e come sfondo scenografico la Sicilia nella sua complessità urbana, con una particolare attenzione rivolta al paesaggio ed alle sue implicazioni territoriali ed ambientali.

Nel corso degli anni di studio ho avuto modo di confrontarmi con alcune personalità del mondo dell’arte contemporanea maturando quindi personali esperienze nel campo artistico che hanno permesso di confrontarmi col mondo dell’immagine all’interno della comunicazione di massa e dei sistemi dei mass media.

Ne elenco alcune significative qui di seguito:

  1. Partecipazione alla manifestazione artistica “...Energie Mediterranee “ organizzato all’interno della rassegna Volare per Creare dall’associazione culturale etnografica ambientale Jalari nel mese di Agosto 2003

  2. Evento studio dal titolo “Citta’zioni” diretto e organizzato nel mese di Maggio 2006 all’interno del Corso di Rilievo Urbano e Ambientale diretto dal Prof. Arch. Isidoro Pennisi e con la partecipazione del Professore Alberto Ziparo. Un’occasione importante per la sperimentale applicazione della cultura urbana alla video arte tradotta sotto forma di “blob”, come stimolo ad una funzione più sociale dell’architettura e della progettazione urbana sulle relazioni tra : spazi – abitanti – economia – ecologia – struttura – forma

  3. Partecipazione alla manifestazione artistica “Esposizione di opere originali e stravaganti“ organizzato all’interno della rassegna Volare per creare dall’associazione culturale etnografica ambientale Jalari nel mese di Agosto 2006 con l’opera dal titolo “Scaccomatto, il Re è caduto! “

  4. Partecipazione alla rassegna di video arte dal titolo “Al margine” organizzata dalla Facoltà di Architettura di Reggio Calabria nel mese di Aprile 2008: una riflessione sul margine e sull’immagine come rappresentazione del margine. “Il margine vive del quotidiano ,si manifesta nel numero e nell’ordine, e chi vive al di fuori di esso viene riconosciuto come estraneo. Riconoscere il margine? Significa ricondurre gli eventi all’interno di un sistema riconoscibile per forma e sostanza, ovviamente del tutto sovvertibile.

  5. Partecipazione all’allestimento mostra “Reggio ’70 i giorni della rabbia e della passione” ospitata all’interno delle sale del Castello Aragonese di Reggio Calabria in occasione della ricorrenza dei moti reggini del Luglio 1970. Manifestazione tradotta con la costruzione di una grande barricata monumentale di materiali di scarto: pneumatici, guardrail, ferraglia, scocche di automobili. Oltre la barricata: i pannelli che raccontano la rivolta armata ,la piazza e i suoi protagonisti.

Informazioni aggiuntive

  • Campo: Architetto

Video

Altro in questa categoria: « Fabio Paolucci Carmelo Nicotra »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Partnership