loghi
Menu

Viviana Basilico

Sembra ovvio che chi chiede di partecipare ad un workshop o ad una residenza per artisti ne sia interessato ma forse non lo è per cui tenterò di spiegare il perché del mio personale interesse: ho frequentato l’istituto d’Arte. Frequentato un corso di specializzazione in Desktop Publishing. Uno in montaggio Audio Video. Partecipato ad un Workshop promosso dal GAI di interazione tra musica ed immagine improntato sull’utilizzo del software Max/MSP. Diplomata “tecnico Audio Video” presso la Scuola di Alta Formazione Musicale di Saluzzo. Lavorato come Tecnico del Suono, Fonico, Operatorie di Ripresa per produzioni cine- televisive, concerti dal vivo, spettacoli teatrali, etc.

Sto per laurearmi in Architettura. Negli ultimi sei mesi ho dedicato gran parte del tempo allo studio delle nuove tecnologie audio come possibilità performative altre, che esulino quindi dalla tradizionale fruizione visiva del teatro, ed alla realizzazione di progetti di Video-Mapping/Architectural Dressing partecipando in collettiva per conto dell’Università di Catania ai festival “Night of Art & Science” di Groningen, “Onirica 2013” di Siracusa, e per il Comune di Avola a “La notte dei sensi” .

In contemporanea lavoro ad una tesi di laurea incentrata sul rapporto tra caos e pensiero creativo intesi come momenti generatori del nuovo, come spazi d’interazione nell’apparente vuoto dell’immateriale e/o del “fuori controllo”. I momenti creativi e performativi che accomunano il settore audio-visivo- architettonico(quest’ultimo inteso come spazio di vita) vengono indagati come momento di riflessione sulla matrice univoca dell’ispirazione artistica, quindi come espressione organica ed essenzialmente inscindibile dell’esperienza estetica; ed infine ricondotti al concetto di caos quale spinta evolutiva universale.

Queste cose sottendono ad un atteggiamento estetico ed estetizzante che vede nell’interazione tra diverse discipline e nella fusione tra spettacolo e spettatore un punto fondamentale della pratica artistica contemporanea per come io la intendo. Personalmente non potrei mai pensare di dedicarmi a null’altro se non alla paradigmatica transettorialità dell’Arte, poiché la fusione tra Musica e Immagine in primis forse già implicita in ogni sensibilità, è una delle mie massime aspirazioni.

Per quanto scritto, desidererei essere ammessa ad una delle residenze da voi offerte.

Informazioni aggiuntive

  • Campo: Videomaker

Video

Altro in questa categoria: « Cristina Pannuzzo Fabio Paolucci »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Torna in alto

Partnership