loghi
Menu
Maurizio Olmo Giuca

Maurizio Olmo Giuca

URL del sito web: https://soundcloud.com/les-trois-psychologues

La Città Sonora - Installazione per BdA

Maurizio Olmo Giuca born in 1977 in Modica,Italy. His father,a musician fostered Maurizio's passion for music from an early age. At the tender age of 16 the artists first musical instrument was the guitar. In 1999 he moved to Rome and founded several groups where he continues to play the guitar and incorporated lush electronica.
In 2012 began a solo project by abandoning the guitar and experimenting just with electronics.For three years the artist also volunteered in assisting patients with schizophrenia.This experience had a profound effect on the way he creates music.He is also heavily influenced by many kinds of music from Krautrock to his love of the music from Berlin label Raster-Noton. In his music you will hear similarities to the works of : Byetone, Alva Noto , Seefeel, Lindstrom and Prins Thomas.


The album Daft Aurora will be available in August at psychonavigation.com

 

Report quinto giorno - workshop Teresa e Teodoro

 

 In sociologia e psicologia sociale si definisce gruppo un insieme di persone che interagiscono le une con le altre, in modo ordinato, sulla base di aspettative condivise riguardanti il rispettivo comportamento. È un insieme di persone i cui status e i cui ruoli sono interrelati. Gli esseri umani sono portati a cooperare, competere, analizzare, produrre idee, progettare e decidere in gruppo, i gruppi sono una parte vitale della struttura sociale.

Questo è il mio “quotidiano”da 5 giorni, nei quali comprendo sempre più che il concetto di Evoluzione e quello di cooperazione sono indubbiamente correlati. Non potrebbe essere altrimenti d’altronde, il nostro cervello svolge le sue funzioni grazie alla cooperazione di milioni di neuroni che garantiscono il corretto funzionamento di tutto il sistema. Ciò che mi colpisce di più è il ritrovarmi in un posto a me familiare, in quanto studente della scuola (che mi ha”ospitato” fino alla seconda media) conosco già queste mura… il ricordo è (a volte) diverso rispetto alle percezioni che sto avendo in questi giorni ripercorrendo gli spazi della scuola: è per me un piacere poter contribuire al suo cambiamento.

Non avrei mai potuto immaginare a 12 anni, che 24 anni dopo avrei avuto l’occasione di poter intervenire musicalmente per un progetto comune. Uno spazio concepito per una funzione, a distanza di tempo, pur conservando la sua forma, viene trasformato, rigenerato per assolvere una funzione i cui progettisti non avrebbero mai potuto immaginare.

Uno dei volti più belli della vita (almeno per me) è che per quanto tu possa progettare, prevedere e proiettare, essa riserva sorprese che al momento non si possono prevedere.

Maurizio Giuca

Report 5 giorno - workshop Teresa e Teodoro

 

 In sociologia e psicologia sociale si definisce gruppo un insieme di persone che interagiscono le une con le altre, in modo ordinato, sulla base di aspettative condivise riguardanti il rispettivo comportamento. È un insieme di persone i cui status e i cui ruoli sono interrelati. Gli esseri umani sono portati a cooperare, competere, analizzare, produrre idee, progettare e decidere in gruppo, i gruppi sono una parte vitale della struttura sociale.

Questo è il mio “quotidiano”da 5 giorni, nei quali comprendo sempre più che il concetto di Evoluzione e quello di cooperazione sono indubbiamente correlati. Non potrebbe essere altrimenti d’altronde, il nostro cervello svolge le sue funzioni grazie alla cooperazione di milioni di neuroni che garantiscono il corretto funzionamento di tutto il sistema. Ciò che mi colpisce di più è il ritrovarmi in un posto a me familiare, in quanto studente della scuola (che mi ha”ospitato” fino alla seconda media) conosco già queste mura… il ricordo è (a volte) diverso rispetto alle percezioni che sto avendo in questi giorni ripercorrendo gli spazi della scuola: è per me un piacere poter contribuire al suo cambiamento.

Non avrei mai potuto immaginare a 12 anni, che 24 anni dopo avrei avuto l’occasione di poter intervenire musicalmente per un progetto comune. Uno spazio concepito per una funzione, a distanza di tempo, pur conservando la sua forma, viene trasformato, rigenerato per assolvere una funzione i cui progettisti non avrebbero mai potuto immaginare.

Uno dei volti più belli della vita (almeno per me) è che per quanto tu possa progettare, prevedere e proiettare, essa riserva sorprese che al momento non si possono prevedere.

Maurizio Giuca

Maurizio Olmo Giuca

Maurizio Olmo Giuca born in 1977 in Modica,Italy. His father,a musician fostered Maurizio's passion for music from an early age. At the tender age of 16 the artists first musical instrument was the guitar. In 1999 he moved to Rome and founded several groups where he continues to play the guitar and incorporated lush electronica.
In 2012 began a solo project by abandoning the guitar and experimenting just with electronics.For three years the artist also volunteered in assisting patients with schizophrenia.This experience had a profound effect on the way he creates music.He is also heavily influenced by many kinds of music from Krautrock to his love of the music from Berlin label Raster-Noton. In his music you will hear similarities to the works of : Byetone, Alva Noto , Seefeel, Lindstrom and Prins Thomas.

Sottoscrivi questo feed RSS

Partnership